CAFE’ PEARLS

Marco Ricci è uno dei miei fratelli “in musica”. Il nostro è un legame molto forte per mille ragioni. Ma sarebbe troppo semplice spingere sul lato affettivo e non accorgersi del peso e della raffinatezza di questo suo nuovo lavoro.

Mi é piaciuto subito, perchè in “Cafè Pearls”, convivono un’energia pazzesca e grande raffinatezza. Ci trovo grande originalità compositiva ma anche il ricordo di quando ascoltavo e ascolto gli Weather Report. Suono graffiante e ampio per la cura di Luca Vittori. Solismo internazionale di Comoglio. Voicing molto ricercati di Pancho Ragonese e una sezione ritmica di spessore (che non avevo mai sentito suonare insieme) di Martino Malacrida, Pacho Rossi e il mio Marco.

Non è un disco di facile ascolto, perchè la musica non deve essere “facile” o “difficile”; deve fluire nel momento.

E per Marco Ricci è un gran bel momento.

Paolo Jannacci